Il corso, che si terrà il 23 settembre, promosso dalla Dott.ssa Antonietta Melchiorre (Direttore Struttura Complessa di Pneumologia – ASST del Garda) tratterà

Le malattie Pneumologiche, che per la loro importanza e la prevalenza che hanno in ambito sanitario, necessitano di uno sforzo integrato tra gli operatori sanitari territoriali ed ospedalieri per la prevenzione, la diagnosi precoce e la cura.

Le interstiziopatie polmonari (o pneumopatie infiltrative diffuse) sono un gruppo numeroso di malattie dovute a lesioni del tessuto di rivestimento degli alveoli polmonari, ovvero quella parte dei polmoni che ne rappresenta l’impalcatura, il tessuto di sostegno. Prese singolarmente sono malattie poco conosciute e rare (a volte anche molto rare), ma nel loro insieme rappresentano la causa più frequente di malattie polmonari croniche non ostruttive, dato che almeno il 15-20% di tutte le malattie croniche del polmone appartengono a questa categoria. Un preciso riconoscimento diagnostico di ciascuna di esse con il fondamentale apporto del Radiologo, ci permette di accedere alle nuove opzioni terapeutiche in questo settore che per la prima volta possono cambiare la prospettiva di vita dei pazienti che ne sono affetti.

Le malattie ostruttive croniche del polmone (Asma e BPCO) hanno sempre più un impatto importante sulla qualità di vita dei pazienti oltre ad essere una delle principali cause di morbilità nel bambino e nell’adolescente (asma), e di invalidità e mortalità nell’adulto e nell’anziano (BPCO) ed entrambe assorbono molte risorse economiche nell’ambito sanitario. È pertanto fondamentale fare il punto sulla gestione di queste malattie, alla luce delle nuove terapie e sull’aderenza ad esse.

La moderna ecografia polmonare è diventata uno strumento fondamentale nella pratica clinica quotidiana dello Pneumologo Ospedaliero, non solo nell’ambito della patologia pleurica, ma anche nella corretta interpretazione di molte patologie dell’apparato respiratorio.

L’enfisema polmonare è una condizione caratterizzata da una perdita di elasticità del polmone e come conseguenza da una riduzione del ritorno elastico e da un collasso dinamico espiratorio delle vie aeree. Le procedure endoscopiche nel trattamento dell’enfisema polmonare per ridurre il volume polmonare e di conseguenza aumentare il ritorno elastico del polmone, hanno consentito di limitare l’approccio chirurgico con l’obiettivo di ottenere, minori costi, minori rischi, reversibilità del trattamento.

Non poteva mancare in questo “focus pneumologico” un richiamo alla patologia infettiva polmonare con l’argomento sempre attuale del corretto utilizzo della terapia antibiotica.

Interverranno:
Dr. AIMO GIANPIERO Desenzano del Garda (BS)
Dr. AQUILANI ROBERTO Pavia
Dr. BATTAGLIA GIUSEPPE Manerbio (BS)
Prof. CONCIA ERCOLE Verona
Dr.ssa ELESBANI OLIVIA Desenzano del Garda (BS)
Dr. GARDINI GARDENGHI GIOVANNI Desenzano del Garda (BS)
Dr. MARCHETTI GIAMPIETRO Brescia
Dr.ssa MELCHIORRE ANTONIETTA
Desenzano del Garda (BS)
Dr. NOVALI MAURO Brescia
Dr. RINALDO DAVIDE Desenzano del Garda (BS)
Prof. SCAGLIONE FRANCESCO Milano
Prof. CLAUDIO TANTUCCI Brescia
Dr. VAGHI ANDREA Garbagnate Milanese (MI) Dr. ZANASI ALESSANDRO Bologna

Il corso è gratuito ed è accreditato per N. 100 partecipanti appartenenti a tutte le professioni sanitarie. La regolare frequenza dà diritto a ricevere n. 8 crediti ECM.

Per tutte le altre informazioni ti invitiamo a visitare la pagina del congresso cliccando qui.